L’essiccatore per alimenti è un elettrodomestico sempre più diffuso, entrato a far parte degli elettrodomestici indispensabili nelle cucine di molte famiglie Italiane. La diffusione di questo prodotto è stata determinata dai vantaggi dell’essiccatore, ma prima di descriverli in dettaglio è utile capire cos’èe come funziona.

Essiccatore per alimenti, cos’è?

L’essiccatore per gli alimenti è un elettrodomestico molto utile, che può essere sfruttato per essiccare gli alimenti in casa. L’essiccazione consiste di fatto nel processo di disidratazione, ovvero nella rimozione dell’acqua dagli alimenti, ed è un metodo di conservazione dei prodotti alimentari.

Uno dei punti di forza degli essiccatori è la possibilità di impiegarli per disidratare gli alimenti di qualunque tipo. Chi acquista questo elettrodomestico lo sfrutta poi per essiccare la frutta, la verdura, le spezie, i funghi e molto altro.

Alcuni utilizzano il forno per ottenere l’essicazione, ma è stato dimostrato che non solo il forno non è il sistema migliore per disidratare gli alimenti, ma è anche più dispendioso in termini di consumo elettrico. Il risparmio energetico è stato un fattore determinante nello spingere molte persone ad acquistare un essiccatore.

Essiccatore per alimenti come funziona?

Per capire perché andrebbe acquistato un essiccatore, è utile vedere come funziona l’essiccatore per alimenti. Il funzionamento è molto semplice: basta riporre gli alimenti, precedentemente tagliati a fette, all’interno dei cestelli dell’elettrodomestico ed avviare l’essiccatore.

Quando acceso, l’aria calda inizierà a circolare nei cestelli ed in questo molto sarà ottenuto la disidratazione dei prodotti alimentari riposti in essi.

Miglior essiccatore per alimenti: quali caratteristiche deve avere

In commercio esistono diversi modelli di questo elettrodomestico e la fase di acquisto potrebbe risultare complicata. Abbiamo deciso di indicare le caratteristiche fondamentalida prendere in considerazione per capire qual è il miglior essiccatore per alimenti, o comunque quello che più si adatta alle proprie esigenze.



La prima caratteristica da valutare è il tipo di flusso. Consigliamo di puntare sui modelli che offrono un flusso orizzontale, perché lo scorrere orizzontale dell’aria calda consente di ottenere un’essiccazione omogenea. L’aria circolerà correttamente nei cestelli e porterà all’essicazione perfetta degli alimenti tagliati a fette.

Un altro aspetto da valutare sono le dimensioni dell’elettrodomestico. Questo punto ha una duplice importanza: da un lato serve a capire se si dispone dello spazio sufficiente per accogliere l’elettrodomestico nella propria cucina, dall’altro serve a dare un’idea della quantità di alimenti che possono essere disidratati in contemporanea.

Non bisogna dimenticare poi che alcuni modelli mettono a disposizione dei programmi speciali, da utilizzare a seconda del tipo di alimento che si vuole essiccare. Il numero e la tipologia dei programmi varia a seconda del modello acquistato: solitamente i modelli più economici dispongono di funzioni limitate, mentre quelli più costosi hanno una vasta gamma di programmi aggiuntivi.

Se non si è mai utilizzato questo metodo di conservazione prima, consigliamo di acquistare un modello che abbia un programma automatico di essiccazione. Il programma automatico fa sì che l’elettrodomestico setti in completa autonomia le impostazioni, per un’essicazione perfetta senza sforzo.

Vantaggi essiccatore per alimenti

Siamo giunti ai vantaggi essiccatore per alimenti a cui abbiamo accennato nell’introduzione di questa nostra guida. La diffusione di questo elettrodomestico è stata dettata dai punti di forza del prodotto, innanzitutto il beneficio per la salute. Con questo metodo di conservazione, infatti, tutti i nutrienti saranno conservati, gli alimenti potranno essere consumati anche a distanza di tempo e continuare ad avere le loro proprietà benefiche.

L’essiccatore consente inoltre di avere un netto risparmio energetico rispetto al forno, che da alcuni viene usato come sostituto. In alternativa al forno, viene talvolta sfruttata la luce solare per essiccare i prodotti, il problema è che in questo modo si perdono anche alcuni nutrienti, ma questo non capita con l’essiccatore.

Altro vantaggio è evitare gli sprechi: gli alimenti possono essere conservati, per evitare che vadano incontro a deperimento e che debbano essere buttati. L’essicazione continua ad essere considerata una dei migliori metodi di conservazione in assoluto.