Il tritacarne elettrico è uno strumento per la cucina che serve a tritare e sminuzzare con facilità pezzi di carne cruda e cotta di qualsiasi tipo. E’ un elettrodomestico molto amato da chi cucina con passione perché consente di preparare un ottimo macinato per realizzare ragù, polpette, hamburger ma non solo: molti di essi consentono di schiacciare e passare nel tritatutto anche verdure e altri vegetali come i pomodori, e realizzare così salse e conserve artigianali in pochissimo tempo.

Prima di acquistare il tritacarne vanno però considerati alcuni fattori, per meglio comprendere la tipologia della macchina e stabilire quale modello è più indicato e funzionale rispetto alle nostre esigenze.

Caratteristiche del tritacarne elettrico

Tra le caratteristiche principali del tritacarne elettrico ci sono certamente la potenza espressa in watt e il materiale di cui è composto il corpo centrale oltre al numero di lame e quello dei dischi di macinazione.

Ma partiamo dalla potenza e vediamo che esistono due tipologie di tritacarne elettrici: quelli che hanno la cinghia di distribuzione e quelli senza. Nei primi il motore è collegato sia all’albero che alla cinghia, per questo il motore sviluppa una maggiore potenza mentre nel secondo caso il motore è collegato solo all’albero e la potenza in watt è minore.

Il suo funzionamento è molto semplice: all’interno c’è un blocco di coltelli a spirale che, ruotando, tagliano la carne inserita nel vassoio superiore e la spingono verso il disco dal quale uscirà pronto il macinato. La bellezza di questo macchinario è la totale automatizzazione di tutta la fase di macinatura per cui fa davvero tutto da solo.

Struttura e materiali del tritacarne elettrico

Le caratteristiche strutturali sono altrettanto importanti. I tritacarne elettrici si dividono in due grandi categorie, quelli con il corpo centrale in plastica e quelli in metallo. Ovviamente i dischi e i coltelli sono in acciaio inox in entrambi per la maggiore resistenza al deterioramento.

Quelli in plastica sono più compatti ed il loro vantaggio sta nelle piccole dimensioni e nel poco ingombro ma soprattutto nel prezzo, decisamente più basso rispetto ad uno elettrico. Per contro però il tritacarne elettrico in metallo è un elettrodomestico più solido, duraturo e resistente.



Il consiglio è quello di puntare su uno con il corpo in metallo se l’obbiettivo è quello di usarlo di frequente perché la qualità è maggiore: in questo caso si lavora con uno strumento semi professionale dalle elevate capacità tecniche per cui la lavorazione degli alimenti sarà più facile e il prodotto ottenuto decisamente migliore.

Tritacarne ed accessori

Il numero di accessori in dotazione del tritacarne elettrico varia a seconda del modello scelto e di conseguenza anche della fascia di prezzo sulla quale ci si orienta. Sono diversi i componenti aggiuntivi a disposizione, i più importanti sono i dischi che consentono di ottenere diversi livelli di macinatura.

I tritacarne di ultima generazione sono forniti di almeno tre dischi intercambiabili utilizzabili a seconda del risultato finale che si vuole ottenere. Se ad esempio si vuole preparare carne per il ragù va inserito il disco per una macinatura grossolana mentre se si deve ridurre la carne molto fine come quella di un ripieno andrà usato un altro disco.

Molti tritacarne hanno in dotazione anche l’accessorio per realizzare le salsicce e il patè ed in commercio ci sono anche macchine che forniscono dischi specifici per lavorare pomodori e formaggi. La versatilità del tritacarne è la caratteristica principale degli elettrodomestici più moderni che consente di avere un unico strumento per effettuare tipi di lavorazioni molto diverse tra loro.

Inclusi nella confezione anche il vassoio superiore nel quale mettere i pezzi di carne, una piccola pressa per spingere la carne ed una ciotola per accogliere il macinato.

Manutenzione e pulizia

Aspetto da non trascurare la corretta pulizia del tritacarne per evitare ristagni di prodotto tra le sue parti interne. Solitamente quelli di alta gamma hanno tutti i componenti smontabili e lavabili sia in acqua che in lavastoviglie, ad eccezione del corpo centrale, cioè il gruppo motore. Scegliere un tritacarne elettrico di livello superiore, oltre ad avere innumerevoli vantaggi, faciliterà le operazioni di pulizia rispetto ad uno più economico.