Negli ultimi anni la cucina salutare ha preso sempre più piede, ed ormai tutti sanno che il metodo con il quale si decidere di cuocere un determinato cibo influisce direttamente sulla qualità di quest ultimo.

La vaporiera elettrica è un elettrodomestico da cucina che permette, con poco sforzo ed in modo semplice, di cuocere al vapore qualsiasi tipologia di ingrediente, dal pesce alla carne, dal riso alle verdure fino anche ad alcuni tipi di dolce.

Come è fatta e come funziona una vaporiera elettrica

Generalmente è composta da una base, all’interno della quale viene versata dell’acqua. Successivamente si monta sopra di essa un certo numero di ripiani, in relazione alla quantità di cibo che si desidera cuocere.

Dopo aver posizionato tutti gli ingredienti all’interno, si seleziona il programma di cottura voluto tramite la pulsantiera posta sulla base. Se il modello in questione non supporta alcun programma predefinito, o se l’ingrediente in questione richiede una cottura diversa, si sceglie il tempo in minuti utilizzando la manopola (o i pulsanti), dopodichè si attende l’avviso sonoro che segnala il termine della cottura.

Alcuni modelli più costosi permettono di impostare anche la temperatura del vapore, con la possibilità di cambiarla in corso di cottura.

Il prezzo di una vaporiera elettrica parte da circa 30 € fino anche ad oltre 140 €.

Modelli di vaporiera elettrica

I modelli in commercio si distinguono soprattutto in base ai metodi di cottura preimpostati che è possibile selezionare, ad alcune funzioni molto comode anche se non strettamente necessarie, alla dimensione dei ripiani per la cottura, ed ovviamente alla qualità dei materiali che lo compongono. 

Selezionare un metodo di cottura, significa indicare il tipo di ingrediente che si intende cuocere, così che la vaporiera stabilisca in modo automatico la temperatura e la tempistica necessaria per una cottura ottimale. Perciò non è necessario consultare alcun ricettario per ottenere questo tipo di informazioni.



Funzioni

Ogni modello offre alcune opzioni non basilari ma molto interessanti, che aiutano a risparmiare tempo e fatica:

  • Keep worm: grazie a questa funzione, il cibo appena cotto presente all’interno dei cestelli è mantenuto al caldo fino a che non viene rimosso, ovviamente senza subire un’ulteriore cottura che sciuperebbe l’alimento. In questo modo possiamo metterci a tavola godendoci i primi piatti, senza preoccuparsi di dover scaldare in anticipo le pietanze cotte al vapore già pronte.
  • Infusore di aromi e spezie: è un opzione molto apprezzata, consente di introdurre all’interno di un piccolo serbatoio posto alla base, ingredienti come spezie che rilasciano un aroma nel vapore di cottura. Gli alimenti cucinati utilizzando l’infusore risulteranno impreziositi dagli aromi che li renderanno deliziosi e molto particolari; è un’occasione perfetta per stupire gli ospiti con poco sforzo, dando quel tocco in più anche ai piatti più conosciuti.
  • Autospegnimento: molti modelli integrano una funzione di spengimento automatico che evita l’eccessiva cottura degli alimenti, e si attiva alla fine di un apposito timer impostato o quando termina il programma di cottura selezionato.
  • Aggiunta dell’acqua in fase di cottura: grazie a questa opzione è possibile aumentare l’acqua alla base dell’apparecchio anche durante la cottura, senza bisogno di fermarla o di smontare l’elettrodomestico. E’ una funzione oltremodo utile se si utilizza la vaporiera per preparare molti alimenti in una sola volta, magari nel caso in cui i commensali siano un numero consistente.
  • Riscaldamento veloce: i modelli più potenti mettono a disposizione dell’utilizzatore una funzione che, al costo di un più alto consumo di corrente, aumenta la potenza del motore e permette di riscaldare i ripiani con maggiore velocità, risparmiando tempo prezioso. Non è una funzione da utilizzare spesso, certo, ma può risultare molto utile in alcune situazioni frettolose.

Come è facilmente intuibile, le funzioni più avanzate sono disponibili soltanto nei modelli più costosi.